Chirurgia Grafica

Disegno, Elaborazione grafica e Fotoritocco

Foto “nature” Vs Foto “rielaborata”

Posted by KaJu su 28 novembre 2009

Foto “nature” Vs Foto “rielaborata

Precisiamo alcuni punti per rendere chiaro il discorso:
Per “foto nature” intendo una foto nuda e cruda, così come viene scattata. In questa foto entra in gioco l’abilità del fotografo, del fotografato e di chi crea-studia-prepara il fotografato (persona, oggetto, paesaggio).
Per “foto rielaborata” intendo tutto ciò che è postproduzione alla “foto nature”. Tale postproduzione può essere di vario tipo, può limitarsi al “perfezionamento” della “foto nature” (per valorizzare e affiancare il lavoro svolto dai creatori) o può “basarsi” sulla “foto nature” per creare qualcosa di altro tipo (la foto originale diventa cioè un tassello, una materia prima per tutt’altro).

Il mio parere è che una sorta di postproduzione andrebbe sempre fatta. Una bellissima foto “nature” merita anche il contributo di un bravo grafico. Un grafico che ci sappia fare, se ha l’intento di “perfezionare”, svolge un lavoro “invisibile” agli occhi di chi guarda la “foto rielaborata”. Il suo operato viene percepito solo confrontando il prodotto ottenuto con l’originale. Un grafico dilettante non capisce questo concetto o non è in grado di metterlo in pratica e peggiora la foto “nature” originale, creando un qualcosa palesemente finto. E’ il caso in cui vedendo una foto, si capisce al volo che è stata “ritoccata” (superficie della pelle sfocata o ricolorata per “tentare” di allisciarla, pupille ricolorate a cazzo, scontorna menti grezzi, ecc…). Sbagliato. Brutto. Inutile. Peggiorativo.
Anche la semplice aggiunta di una cornice adatta, un centramento-decentramento del soggetto fotografato, un incremento-riduzione della saturazione, può aumentare il valore di una foto “nature” rendendola a conti fatti una foto “rielaborata”.

Quando il grafico invece, si pone l’obiettivo di utilizzare la foto originale per creare qualcosa di totalmente diverso, crea a mio avviso qualcosa che non “perfeziona” ma “rigenera”. In questo caso a seconda delle intenzioni del grafico, si spazierà in diversi campi: Nel “fantastico”, dove è palese la “rielaborazione” o nel “reale”, dove la foto sembra confondersi quasi con le “foto nature” perdendo però l’idea originale sostituita con la nuova.
Puntualizzato tutto questo, vorrei sottolineare l’importanza della figura del grafico (non mi riferisco a quello dilettante che schiaccia pulsanti a caso o segue tutorial amatoriali che limitano il tutto “standardizzando”). Un grafico bravo può rendere una “foto nature” di qualità mediocre una bella foto e rendere bellissima una “foto nature” semplicemente carina. Il “fotografo”, il “soggetto fotografato”, il “preparatore” e il “grafico” (figure che a volte non sono distinte) hanno tutti la loro importanza e rimarcano la differenza tra un lavoro professionistico da uno dilettantistico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: